Caldaia: quale scegliere per risparmiare?

Caldaia: quale scegliere per risparmiare?

Scegliere una caldaia non è facile, considerando che quest’anno il costo del gas ha subito un incremento dell’8,2% in più rispetto allo scorso anno. Sorge quindi spontaneo domandarsi:

 

“Questo inverno come posso spendere meno in bolletta?”

 Esiste una caldaia efficiente a basso consumo? 

In commercio si trovano differente tipologie di caldaie, come quelle a camera aperta, a pellet, ad accumulo, a incasso, a multicombustibile e infine le caldaie a condensazione. Le caldaie a condensazione sono quelle che consentono di ottimizzare al meglio i consumi: a differenza di quelle tradizionali, dove l’energia generata dalla combustione viene dispersa nell’aria insieme ai fumi di scarico, le caldaie a condensazione recuperarano e sfruttano il calore dei fumi prodotti dalla combustione (di metano, gpl o gasolio) e del vapore acqueo.

Si ha quindi una risorsa di calore in più che permette un risparmio sui costi energetici di circa il 30% in più rispetto ai sistemi tradizionali.

 

Quali sono i vantaggi di una caldaia a condensazione?

Vediamo ora tutti i vantaggi che questi moderni sistemi di riscaldamento offrono:

  • Basse emissioni inquinanti: la presenza di un bruciatore a premiscelazione permette di ridurre al minimo i consumi di gas e di impedire  l’emissione di sostanze nocive (le emissioni di ossido di azoto NOx e di monossido di carbonio CO sono praticamente nulle). 
  • Risparmio energetico Inoltre, il sistema di combustione garantisce un rendimento costante in tutto il range di funzionamento dell’apparecchio, assicurando un risparmio energetico impossibile da ottenere con bruciatori atmosferici di tipo tradizionale.
  • Vantaggio strutturale: installare un impianto di questo tipo può avere deroghe rispetto all’obbligo di collegamenti a camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione sopra il tetto. Al fine di velocizzare la sostituzione degli impianti vecchi, è stata infatti prevista la possibilità di scaricare i fumi direttamente in facciata attraverso condotti orizzontali di evacuazione che solitamente hanno una lunghezza più ridotta e risultano più facili da realizzare rispetto alle canne fumarie a tetto.
  • Integrazione: le caldaie a condensazione possono essere combinate con l’azione di un sistema solare termico per la produzione di acqua calda. I dati ci indicano come un sistema integrato di questo tipo permette di ridurre il fabbisogno energetico del 50% rispetto alle utenze di una casa già isolata termicamente.

 

 

Scegliere la caldaia: parametri fondamentali 

Ci sono alcuni aspetti fondamentali da considerare durante la scelta della caldaia più adatta alle nostre esigenze. Ecco la checklist da tenere in considerazione prima di acquistare:

  • Etichetta energetica: indicatore diefficienza  energetica, obbligatoria per tutti i  generatori di calore, per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. Per avere il massimo del rendimento consigliamo modelli che spaziano da una Classe A a una Classe A+++
  • Qualità dei componenti: Caratteristica fondamentale e spesso sottovalutata. Il bruciatore deve irradiare calore in modo uniforme garantendo il minimo consumo energetico. Lo scambiatore, invece, deve resistere al contatto con la condensa acida generata durante il funzionamento, senza corrodersi. Noi di Torri utilizziamo solo le migliori marche, come Viessmann e Ariston per garantirti la massima efficienza nel funzionamento.
  •  Tecnologia: una buona caldaia è dotata di componenti che ne migliorano l’efficienza come una sonda che misura la temperatura esterna e calibra l’emissione del calore generato in modo automatico, per ottenere il massimo del rendimento con minima potenza. Le nostre caldaie inoltre possono essere controllate a distanza dal tuo smartphone grazie a un sistema wi-fi: completa gestione, anche fuori casa.
  • Potenza: parametro che dipende dalle dimensione degli ambienti da riscaldare, dalla coibentazione dell’abitazione e dalle esigenze di utilizzo dei sanitari. Solitamente le caldaie per uso domestico variano dai 12 fino ai 35 kw di potenza
  • Rumore: grazie a speciali materiali fonoassorbenti, le caldaie che Torri ha selezionato per te sono estremamente silenziose, adatte ad ogni ambiente.
  • Dimensione: le caldaie a condensazione hanno le stesse misure di quelle “tradizionali”.  In base all’esigenza specifica si possono preferire caldaie murali piuttosto che a basamento. Le prime sono più compatte, occupano meno spazio e vengono appese al muro; le caldaie a basamento sono più grandi perché ospitano un bollitore con maggiore capienza e rispondono ad esigenze di maggiore acqua calda.

Cerchi una caldaia dalle alte prestazioni ?

Affidati a Torri! Richiedi subito il tuo preventivo personalizzato

7 + 10 =

Condizionatore a Pompa di Calore: ecco perché fa la differenza

Condizionatore a Pompa di Calore: ecco perché fa la differenza

Normalmente le famiglie italiane fanno affidamento su un condizionatore per trovare sollievo durante i mesi più caldi, e accendono la caldaia durante l’inverno per avere una casa calda e confortevole. Ma non tutti sanno che esistono dei condizionatori in grado di riscaldare l’ambiente circostante. Stiamo parlando dei condizionatori a pompa di calore.

 

 

Che cosa sono i condizionatori a pompa di calore?

I condizionatori a pompa di calore possiedono sia la funzione di raffrescamento che quella di riscaldamento. Mentre il funzionamento di un sistema tradizionale è simile a quello di un frigorifero, nel funzionamento a pompa di calore il calore viene prelevato dall’aria esterna e trasferito all’ambiente da riscaldare: in questo modo il macchinario produce aria in modo conveniente, perché raccoglie calore da una sorgente energetica rinnovabile e gratuita.

 

 

Perchè un condizionatore a pompa di calore è estremamente vantaggioso?

 

1) Due funzioni, un solo macchinario: questi moderni sistemi sono in grado sia di raffrescare che di riscaldare l’ambiente. Durante la stagione invernale è un valido aiuto per un riscaldamento più veloce, dato che a differenza del tradizionale sistema a gas scalda entrando a regime in meno di 15 minuti, ma sopratutto può essere utilizzato durante le mezze stagioni in modo autonomo, senza il supporto della caldaia.

2) Vantaggio economico: i condizionatori a pompa di calore hanno indici di efficienza stagionale molto alti, il che significa una classe energetica elevata (A++ o superiore) che assicura consumi decisamente inferioriInoltre sono dotati di moderne tecnologie che permettono di modulare automaticamente la potenza necessaria per mantenere il comfort ottimale, evitando continue accensioni e spegnimenti causa di inutili sprechi. Con i nostri condizionatori si registra un risparmio in bolletta fino al 30% in più rispetto ai sistemi tradizionali.

3) Rispetto per l’ambiente: i condizionatori a pompa di calore che Torri ha selezionato per te utilizzano gas refrigeranti a basso impatto ambientale (come l’R32) e sono dotati di svariate funzionalità per migliorare la qualità dell’aria, come la funzione di deumidificazione e di purificazione dell’aria. Inoltre sono estremamente silenziosi per donarti il massimo del comfort in tutti i tuoi spazi di vita, anche nelle ore notturne.

Cerchi un condizionatore dalle alte prestazione ?

Affidati a Torri! Richiedi subito il tuo preventivo personalizzato

5 + 14 =

Condizionatore: i 7 errori da non fare

Condizionatore: i 7 errori da non fare

E’ arrivata l’estate e come ogni anno l’afa insopportabile ci spinge ad accendere il condizionatore per ritrovare sollievo. Ma sei certo di utilizzarlo al meglio? Un uso errato è dannoso sia per l’ambiente che per il tuo portafoglio!

Scopri con Torri i 7 errori da evitare per risparmiare in bolletta fin da subito!

1) Tenere una temperatura troppo bassa: va bene rinfrescare casa, ma con moderazione! Una temperatura troppo bassa è un danno sia per la salute che per il nostro portafoglio. Consiglio di mantenere una differenza termica di massimo 6° tra interno e esterno dell’abitazione: in questo modo si eviteranno inutili sprechi di energica, shock termici e raffreddori.

2) Non pulire i filtri dell’unità interna: un filtro sporco può aumentare i costi in bolletta del 15% e favorisce la proliferazione di muffe e batteri dannosi per la nostra salute. Per la massima efficienza consiglio di effettuare la pulizia dei filtri ogni 2 mesi.

3) Posizionare il condizionatore vicino a fonti di calore: non è conveniente collare il condizionatore in aree calde della cosa o in punti esposti alla luce diretta: questo determinerà un consumo eccessivo di energia. Meglio optare per un’area ombreggiata, senza nascondere l’apparecchio dietro piante o tende per non ostacolare la ventilazione.

4) Non eseguire la manutenzione: prevenire è meglio di curare! Effettuare 1 volta all’anno la manutenzione dell’apparecchio non solo estende la vita del condizionatore, ma permette di mantenere al massimo efficienza e consumi energetici.

5) Non pulire il condizionatore fra una stagione e l’altra: il continuo passaggio da caldo a freddo e viceversa causa la formazione di condensa all’interno dell’apparecchio. In caso di mancato scarico della condensa, si potrebbero verificare problemi di accumulo, principale causa della proliferazione di batteri e muffe. Fai controllare ad uno dei nostri esperti tecnici il condizionatore a inizio stagione per ottenere la massima qualità dell’aria.

6) Accendere e spegnere il condizionatore continuamente: i recenti condizionatori con tecnologia Inverter sono progettati per lavorare a regime minimo una volta raggiunta la temperatura desiderata, eliminando accensioni e spegnimenti tipici dei vecchi apparecchi. Il vantaggio? Risparmi fino al 30% in bolletta!

7) Dimensioni del condizionatore errate: Le dimensioni devono essere sempre proporzionate all’ambiente di riferimento. Un condizionatore troppo grande non riesce né a determinare una temperatura uniforme né a ridurre l’umidità dell’aria. Lasciati guidare dai nostri tecnici e insieme individueremo l’apparecchio perfetto per le tue esigenze.

La consulenza del titolare Torri Matteo deriva, oltre che dall’esperienza decennale nel settore, da un titolo di studio di termotecnico.

Cerchi un condizionatore dalle alte prestazione ?

Affidati a Torri! Richiedi subito il tuo preventivo personalizzato

10 + 15 =

Condizionatore: i 5 passi per utilizzarlo al meglio risparmiando in bolletta

Condizionatore: i 5 passi per utilizzarlo al meglio risparmiando in bolletta

Lo sapevi che in media una famiglia italiana spende circa 400 euro in aria condizionata durante l’Estate? E come se non bastasse dal 1° di luglio le bollette di luce e gas hanno subito un incremento rispettivamente del 6,5% e dell’8,2%.

E’ importante capire come utlizzare il condizionatore per rinfrescare l’ambiente in modo ottimale per evitare brutte sorprese in bolletta, oltre che per salvaguardare la salute di tutta la famiglia. 

Torri è pronto a svelarti i 5 punti fondamentali per risparmiare fin da subito e goderti l’Estate in completa tranquillità!

 

1) Tieni acceso il condizionatore 24 ore al giorno: contrariamente a quanto si pensa, un condizionatore acceso 24 ore al giorno durante l’estate ha bassi consumi e il funzionamento prolungato permetterà alla macchina di moludarsi mantenendo una temperatura interna e un livello di umidità costante.  

2) Mantieni puliti i filtri dell’unità interna: in questo periodo si sporcano con più falicilità e una corretta pulizia rappressanta un duplice vantaggio: in primo luogo un beneficio per la salute (impedendo la proliferazione di muffe e batteri) e inoltre ti permetterà di risparmiare in bolletta (un filtro intasato richiede maggiore energia per funzionare a regime).

3) Mantieni una differenza termica tra interno e esterno di 6°C: a differenza dell’aria condizionata di un’automobile è sconsigliato mantere una temperatura troppo bassa per l’alto spreco di energia, oltre che per evitare shock termici, raffreddori e altri malanni. 

4) Utilizza macchine di ultima generazione: i condizionatori moderni oltre ad essere molto più silenziosi dispongono una tecnologia chiamata “Inverter” che permette alla macchina di lavorare a regime minimo una volta raggiunta la temperatura desiderata, evitando inutili accensioni e spegnimenti. In questo modo potrai risparmiare fino al 30% rispetto ai vecchi sistemi di condizionamento.

5) Assicurati di posizionare corretamente il condizionatore: un apparecchio mal posizionato ha un pessimo rendimento e ha effetti dannosi sulla salute. Evita che il flusso dell’aria sia posizionato verso una zona di sosta per la famiglia, come il divano o il letto, e preferisci un area di passaggio. Mai nasconderlo dietro tende o muri: si genererebbe un rimbalzo d’aria.

La consulenza del titolare Torri Matteo deriva, oltre che dall’esperienza decennale nel settore, da un titolo di studio di termotecnico.

Cerchi un condizionatore dalle alte prestazione ?

Affidati a Torri! Richiedi subito il tuo preventivo personalizzato

12 + 11 =